Menu

  • collapseDeutsch (439)
  • collapseEnglish (63)
  • expandEspañol (65)
  • expandFrançais (75)
  • collapseItaliano (33)
  • expandNederlands (28)
  • expandOther Languages (8)
  • expandTürkçe (60)
  • expandРусский (20)

"Ipadmni MperiaÌisti del monda NON himno tutto sotto rnhimUol"

it-bul-2002-02

"Ipadmni MperiaÌisti del monda NON himno tutto sotto rnhimUol"

“Ipadmni MperiaÌisti del monda NON himno tutto sotto rnhimUol”
Le giuste loMe degli sfruttati e degli oppressi in tutto U mando non si possono fer~ toàreî “I media borghesi annunciano come i potenti imperialisti avrebbero tutto “sotto controllo” e che in tondo ogni resistenza contro il loro domi nio risulterebbe inutile. Per rendere plausibile questa immagine falsa, essi cercano di nasconde re tutte le lotte reali a livello internazionale dirette contra l’imperialismo, esautorando delle lotte importanti e dei movimenti come quelli che esistono in Corea del Sud, Nepal ecc. trasfor mandole in notizie marginali, stravolgendo il loro carattere oppure le azioni di protesta anti razziste, le lotte antinaziste e propria anche le azioni di protesta nelle aziende in Germania che vencono per la maggior parte taciute. ” Nel passaggio seguente vengono esposte nel volantino inizialmente due movimenti di lotta esemplari e importanti:
Imparare dalle lavoratrici e dai lavoratori delta Corea dei Sud che lottano duramente, propagando e sostenendo la loro lottai Apartire dalle azioni dei movimento veramente combattivo e in parte anche militante attivo da anni delle operaie ed operai coreani, vengono descritte qui brevemente quattro azioni importanti. Sottoposti a grandi repressioni da parte dell’apparato statale reazionario quali gli interventi bmtal icon il manganello dellapolizia, gli arresti e le persecuzioni, le lavoratrici e i lavoratori hanno continuato gli scioperi e le occupazioni delle fabbriche in parte sostenuti dalle studentesse e dagli studenti e dalle contadine e dai contadini.
Sostenere la lotta armata di liberazione in Nepal contro la reazione feudale e l’asservimento imperialista.
Dal 1996 ha luogo una lotta di liberazione armata in Nepal:
“La base della lotta armata sono soprattutto le regioni vaste, difficilmente accessibili e monta gnose dei Nepal… nelle quali le masse delle con tadine e dei contadini per ia maggior parte molto poveri e senza terra vivono senza terreni di proprieta di un qualche valore effettivo… Addi rittura i media borghesi devono ammettere nel frattempo che più di un terzo dei 75 distretti dei Nepal sono sotto il controllo delle forze armate. ” In questo vi sono degli importanti aspetti della lotta dovuti allalargapartecipazionedelledonneancheaUa lotta armata come pure il collecomento della lotta armata con un largo movimento di massa degli sfruttati non solo in campagna ma anche nelle città..
Lo stato nepalese reagisce alla lotta armata con il terrorepiù brutale. In questo propria anche gli imperialisti tedeschi sostengono i potenti reazionari soprattutto con la fornitura di armi e di macchine finalizzate alla produzione bel lica.
“E ‘ il dovere delie lavoratrici e dei lavoratori, di tutte le forze progressiste in Germania, di smascherare e dì combattere queste e tutte le altre azioni dell’imperialismo tedesco, con le quali essi cercano di opprimere il movimento di liberazione rivoluzionario in Nepal. Chi accetta o addirittura sostiene un simile crimine, si rende complice. “(…)

Comments are closed.