Menu

  • collapseDeutsch (439)
  • collapseEnglish (63)
  • expandEspañol (65)
  • expandFrançais (75)
  • collapseItaliano (33)
  • expandNederlands (28)
  • expandOther Languages (8)
  • expandTürkçe (60)
  • expandРусский (20)

A gennaio "Gegen die Strömung" pubblicava iE volantino :

Senza recedere neanche di un millimetro nella lotta contro i nazisti- rafforzare la lotta contro il terroie di stato delle espulsioni e la fascistizzazione statale!

A gennaio "Gegen die Strömung" pubblicava iE volantino :

A gennaio “Gegen die Strömung” pubblicava iE volantino :
Senza recedere neanche di un millimetro nella lotta contro i nazisti- rafforzare la lotta contro il terroie di stato delle espulsioni e la fascistizzazione statale!
Contro il terrore di stato!
” Una esperienza ricorrente nella lotta antina zista è: Ogni lotta coerente contro i nazisti si scontra subito con questo apparato di stato, che si contrappone agli avversari nazisti, che li rinchiude, li arresta e li terrorizza fino alla crimi nalizzazione di intere organizzazioni e strutture della resistenza contro i nazifascisti…E’ anche questo carattere complessivo e sistematico del terrore statale che costituisce oggi la dimensione maggiore del terrore reazionario e la lotta contro i nazisti può essere coronata di successo sola mente se viene collegata alla lotta contro la fascistizzazione di stato, che si indirizza soprat tutto contro i rifugiati e contro le forze democra tiche rivoluzionarie.
Bisogna discutere, come si possa riuscire a collegare contro i nazisti e la fascistizzazione di stato in una lotta democratica unitaria contro Vimperialismo tedesco. Per questo non è sola mente necessario avere una chiara idea della collaborazione tra i nazisti e lo stato tedesco. Ma si tratta soprattutto di valutare correttamente la dimensione attuale della fascistizzazione statale come pure le sue capacità di espansione. In breve: Noi dobbiamo conoscere esattamente i nostri nemici, per poterli combattere in maniera veramente efficace!” m Terrore di espulsione assassino di stato contro i rifugiati H terrore assassino nazista che si accentua sempre di più , si indirizza soprattutto anche contro i rifugiati. Tuttavia l’apparato di stato tedesco con il suo terrore assassino statale è l’attore principale contro i rifugiati: tramite la politica dell’obbligo del visto e della implementazione delle frontiere, tramite lo status di permesso di soggiorno di breve durata e insicuro e la minaccia delle espulsioni, con la accentuazione delle leggi speciali contro le persone di altri paesi, tramite il trattamento inumano nei container nei campi di concentramento di massa, tramite i maltrattamenti brutali da parte dei poliziotti e degli agenti tedeschi fanatizzati del BGS , tramite le pratiche di espulsione assassine, con la consegna diretta ai torturatori e ai boia di altri stati reazionari. Inoltre si afferma:
“Con tutte queste manovre e con la campagna di terrore sciovinista ad essa collegata, la politi ca di ‘fuori gli stranieri’ da parte dello stato imperialista tedesco viene condotta in dimensio ni gigantesche e prepara al contempo un terreno di coltura per il terrore nazista. Il terrore di stato contro i rifugiati deve venire compreso in col legamento con la accentuazione permanente del la fascistizzazione statale avvenuta negli ultimi anni. ” m Passaggi della fascistizzazione di stato Il volantino elabora i seguenti passaggi della fascistizzazione statale a partire dall’inizio degli anni 90:
Accentuamento delle leggi speciali razziste contro “stranieri” ed eliminazione del “diritto all’asilo” accentuazione della oppressione delle organizzazioni democratiche e rivoluzionarie da altri paesi, opp-(…)

Comments are closed.